Cos'è il DIF?
DIF è l'acronimo del Museo diffuso della città di Formello. Come l'ape, questo dispositivo museale muove "di fiore in fiore", portando l'arte nelle case, negli esercizi commerciali, nelle scuole, per le strade. Ovunque si sia disposti ad accoglierla. E a condividerla.
La collezione del DIF si costituirà a partire dalle donazioni degli artisti. Le opere entreranno a far parte del patrimonio del Comune di Formello. Ciascuna opera sarà "adottata" dal titolare dello spazio dove verrà esposta e custodita e si renderà fruibile secondo le modalità indicate dall'accordo di adozione (negli spazi aperti al pubblico nel rispetto degli orari e dei limiti previsti, nelle abitazioni ogni prima domenica del mese). Sulla pagina web del Museo sarà possibile consultare e scaricare la mappa aggiornata del DIF.
Il DIF è un dispositivo partecipato basato sui valori del dono e dell'ospitalità. Per il tramite dell'arte e della bellezza per tutti intende stimolare nuove forme di relazione sociale basate sulla fiducia reciproca e capaci di contribuire alla costruzione di una comunità coesa ma sempre aperta all'incontro.
Il DIF propone un nuovo modello di condivisione dei beni pubblici e una presa in carico collettiva degli stessi. Un Museo sostenibile a prescindere dalla contingenza economica in atto perché fatto INSIEME. Il DIF è un Museo che non ha bisogno della guardiania e della ditta di pulizie.